Da sempre presenti in azienda, i bovini da latte di razza bruna furono incrociati negli anni 70 con un esemplare di brown swiss acquistato in Canada di nome Capitan Dane.

Ciò costò all’azienda Verga l’estromissione dal libro genealogico dell’Associazione Nazionale Razza Bruna (ANARB), poiché gli stessi ritennero che l’azienda non avesse rispettato la linea genealogica del ceppo presente in Italia.

Dopo circa tre anni però l’ANARB non solo dovette fare un passo indietro riconoscendo il proprio errore, ma addirittura comprò ed utilizzò il toro del ceppo canadese di proprietà di Giacinto Verga.

 

La produzione degli 80 capi in lattazione è destinata al consumo fresco nella linea dell’alta qualità. Il latte, ritirato dall’Assolac, di cui l’azienda agricola Termine Grosso è socia, è conferito alla Centrale del Latte di Calabria, dove al suo arrivo viene analizzato in tutte le sue componenti. I risultati ritornano in tempo reale all’azienda, attraverso un messaggio di posta elettronica.

Con tale meccanismo viene garantita la catena della qualità e della sicurezza per l’allevatore, per il trasformatore e cosa più importante per il consumatore.

 

FECONDAZIONE ARTIFICIALE

L’ azienda si avvale della fecondazione artificiale per avere un costante accrescimento genetico, utilizzando seme consigliato dall’ Anarb (Associazione Nazionale Razza Bruna) e comunque dei migliori tori italiani ed americani.

 

MUNGITURA MECCANICA

In azienda è presente una sala di mungitura 6 x6 a spina che consente in un’ora circa di effettuare l’operazione su 90 capi, il latte così munto arriva in sala refrigerazione attraverso il lattodotto senza subire alcuna manipolazione esterna; la sua temperatura viene abbattuta con piastra prerefrigerante controcorrente e immesso nelle vasche refrigeranti.

Queste operazioni contribuiscono ad ottenere un latte che abbia tutti i parametri a norma per essere riconosciuto un latte di alta qualità.

 

Copyright 2011 © Termine Grosso Azienda Agricola ® - P.I. 01644340794 -